Procedimenti per interdizione, inabilitazione e sostegno

L’attenzione dell’ordinamento giuridico verso i bisogni primari della persona si muove sempre più dall’arcaica concezione di protezione della società dal soggetto debole verso una più moderna protezione del soggetto debole nella società.

 

La legge n. 6 del 9 gennaio 2004, ha introdotto l’istituto dell’amministrazione di sostegno, operando una profonda revisione dei tradizionali criteri e meccanismi di protezione dei soggetti, al fine di tutelare le persone prive in tutto o in parte di autonomia nell’espletamento delle funzioni della vita quotidiana, mediante interventi di sostegno temporaneo o permanente, con la minore limitazione possibile della capacità di agire.

 

La richiesta di una misura cautelare viene spesso effettuata dai familiari del soggetto interessato, cui lo Studio offre un sostegno competente e professionale, sia nella fase di valutazione che nella fase di proposizione delle necessarie istanze.

Share by: